Ciacole ntra de noi

La porta della baita era aperta, un polenta come un sole e un fiasco sulla tavola per riscaldare gli animi...
 
IndiceGalleriaFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 Inceneritore in provincia??

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admton
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1519
Localizzazione : Dolomiti barcellonesi
Data d'iscrizione : 22.09.07

MessaggioTitolo: Inceneritore in provincia??   Sab Gen 12, 2008 7:55 pm

Sul Gazzettino di ieri usciva la seguente dichiarazione del presidente di Assindustria di Belluno:
Il Gazzettino ha scritto:
Belluno
Anche in provincia di Belluno potrebbe scoppiare all'improvviso un problema serio nella gestione dei rifiuti. «Serve una decisione politica lungimirante che porti alla realizzazione di un termovalorizzatore in provincia» ha detto a News Belluno il presidente di Assindustria Belluno, Valentino Vascellari, confermando le sue dichiarazioni a Il Gazzettino.

«In un certo senso - spiega Vascellari - Belluno pensa di comportarsi con le altre province del Veneto, come la Campania con le altre regioni italiane: portare a bruciare un po' qua e un po' là i suoi rifiuti».

«Attualmente - aggiunge il presidente - la situazione è sotto controllo, perché il governo italiano non fa rispettare una normativa europea del 2005 che negli altri Paesi viene già osservata e che proibisce di portare in discarica alcune tipologie di rifiuti. Si tratta di rifiuti che hanno un certo potere calorico, che non possono finire in discarica (nella foto quella di Ansogne) ma che devono essere trasformati in energia».

«Ma quando non sarà più possibile procrastinare l'applicazione di questa norma - conclude Vascellari - le cose peggioreranno nettamente. Sia per i cittadini che per le aziende».

Inorridito ma oppresso dallo studio, non avevo commentato nulla sul forum, aspettando il seguito, ma con scarse speranze...
fortunatamente oggi leggo, sempre dal Gazzettino

Il Gazzettino ha scritto:
All'indomani della proposta di Assindustria di creare nel Bellunese un termovalorizzatore si è delineato lo schieramento del no. A cominciare dalla Provincia che chiude la porta al progetto sostenendo che «in un territorio come il nostro non ce n'è bisogno». È l'assessore all'ambiente Giuseppe Pison a spiegare che «non vogliamo demonizzare i termovalorizzatori ma la nostra provincia avrà una quantità di rifiuti residui talmente minima da non giustificare un impianto di questo tipo».

Da parte sua il deputato Maurizio Fistarol, su quest'argomento, invoca grande cautela. «I termovalorizzatori se fatti bene servono - afferma -; la situazione di Napoli ci induce a trattare i problemi per tempo, ma bisogna anche valutare la condizione specifica di una provincia, come quella di Belluno, che presenta particolari caratteristiche climatiche e ambientali».

Posizione molto più critica, nei confronti dell'ipotesi illustrata dal presidente degli industriali Valentino Vascellari, è quella del consigliere provinciale di Rifondazione Comunista Renato Vignato e del rappresentante dei Verdi Moreno Barbieri.

«Ancora una volta - affermano Vignato e Barbieri - si assiste al tormentone del presidente di Assindustria sull'inceneritore in provincia di Belluno. Prese di posizione contraddittorie come quelle emerse dal convegno di Assindustria sulla gestione dei rifiuti. Per il sodalizio la soluzione ottimale è l'incenerimento. Ma il semplice fatto che il proprietario della Sicet, l'impianto di Ospitale di Cadore e futuro potenziale inceneritore, è anche il presidente di Assindustria, pone più di qualche dubbio sulla serietà di certe iniziative».


Ultima modifica di Anton il Mer Feb 23, 2011 9:22 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Admton
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1519
Localizzazione : Dolomiti barcellonesi
Data d'iscrizione : 22.09.07

MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Mar Gen 15, 2008 8:19 am

Lo vogliamo anche da noi?
La Repubblica ha scritto:
TERNI - Indicano l'inceneritore come un animale da cui guardarsi, accucciato in una conca dove l'aria stagna anche nei giorni di tramontana, in via Ratini, un budello sterrato tra le ciminiere e i silos della zona industriale del Sabbione. E lo fanno a maggior ragione ora, che l'animale tace della sua rugginosa ferraglia. Che i suoi due camini non esalano più bave di fumo.

Un nastro bianco e rosso e una macchina del corpo forestale dello Stato tengono lontani i curiosi (che non ci sono) e gli operai, che qui non metteranno più piede. A lungo. Affissi al cancello di ingresso, due fogli dattiloscritti dell'Agenzia Speciale Multiservizi (Asm) datati 14 gennaio avvisano "il personale degli impianti di termovalorizzazione, selezione e trasferenza che, per cause di forza maggiore, gli stessi non sono accessibili e pertanto tutto il personale è posto provvisoriamente in libertà fino a nuova disposizione".

Comunicano che 32 operai, entro le prossime 48 ore, "dovranno recarsi presso lo studio medico del dottor Barconi, in via Pacinotti, per sottoporsi ad esame radiologico". La città già sa dal primo mattino. La Procura della Repubblica ha disposto il sequestro dell'impianto con un provvedimento che racconta una storia lugubre, un "disastro ambientale" nella civile, ordinata e pulita Umbria. Che vale nove informazioni di garanzia e accusa il sindaco di una giunta di centro-sinistra eletta al secondo mandato con il 70 per cento dei suffragi di aver avvelenato la propria gente. L'aria che respira, la terra che calpesta, il fiume di cui va fiera, il Nera.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Mar Gen 15, 2008 10:27 am

Anton ha scritto:
«Serve una decisione politica lungimirante che porti alla realizzazione di un termovalorizzatore in provincia» ha detto a News Belluno il presidente di Assindustria Belluno, Valentino Vascellari, confermando le sue dichiarazioni a Il Gazzettino.

Vascellari, lo stesso dell'autostrada...

Voglio informarmi meglio sull'utilità e sulla salubrità degli inceneritori, ma in ogni caso penso che si debba giungere ad essi solo come ultima delle soluzioni possibili, e finchè, ad esempio, nel mio comune la raccolta differenziata è affidata all'iniziativa e al buon senso delle persone mancando un servizio prescrittivo ed organizzato, mi sembra fuoriluogo e prematuro parlare di inceneritori...(sempre che non si nascondano altri interessi e in questo caso, per chi riceve i profitti, niente è fuoriluogo e prematuro...!)
Torna in alto Andare in basso
Admton
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1519
Localizzazione : Dolomiti barcellonesi
Data d'iscrizione : 22.09.07

MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Mar Gen 15, 2008 11:10 am

ti riporto solo questo, sempre dal Gazzettino
Il Gazzettino ha scritto:
Ancora una volta - affermano Vignato e Barbieri - si assiste al tormentone del presidente di Assindustria sull'inceneritore in provincia di Belluno. Prese di posizione contraddittorie come quelle emerse dal convegno di Assindustria sulla gestione dei rifiuti. Per il sodalizio la soluzione ottimale è l'incenerimento. Ma il semplice fatto che il proprietario della Sicet, l'impianto di Ospitale di Cadore e futuro potenziale inceneritore, è anche il presidente di Assindustria, pone più di qualche dubbio sulla serietà di certe iniziative».

Comunque lo vuole anche Galan
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Se vuoi saperne di più c'è un articolo veramente completo e ben fatto, con fonti scientifiche e tutto su Wikipedia [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] oppure dove vuoi, le fonti abbondano!!
Wikipedia ha scritto:
...Un'analisi sintetica degli effetti sulla salute, svincolati dalla sola analisi dei singoli composti emessi – difficilmente studiabili se non in toto per gli effetti sinergici e di amplificazione dei componenti della miscela –, si può invece evincere da alcuni altri lavori: sempre in Giappone si è rilevata correlazione tra l'aumento di una serie di disturbi minori nei bambini e distanza dagli impianti.[53] Passando a problemi di ordine maggiore, si sono rilevati aggregati (cluster) di aumento di mortalità per linfoma non Hodgkin;[54] altri studi, nonostante difficoltà relative all'analisi dei dati, aggiungono risultati significativi sull'incidenza di tumore polmonare, linfoma non Hodgkin, sarcomi ai tessuti molli, tumori pediatrici, malformazioni neonatali.[55] Diversi studi europei rivelano, sempre nell'ambito delle patologie tumorali, correlazioni con la presenza di inceneritori, in coerenza con analoghi studi precedenti.[56]...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Diabolik83

avatar

Numero di messaggi : 597
Data d'iscrizione : 23.09.07

MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Mar Gen 15, 2008 2:36 pm

Sicuramente la gestione dei rifiuti è un problema piuttosto serio, di cui non mi intendo, e quindi tanto di cappello a chi trova le soluzioni......
Certo che avere certe idee mi sembra ridicolo!Alla fine servirebbe per portarci le immondizie degli altri....perchè non li costruiscono in zone dove il problema è più sentito?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Diabolik83

avatar

Numero di messaggi : 597
Data d'iscrizione : 23.09.07

MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Mar Gen 15, 2008 2:39 pm

Felizzo ha scritto:

nel mio comune la raccolta differenziata è affidata all'iniziativa e al buon senso delle persone mancando un servizio prescrittivo ed organizzato
Infatti!
Prima dovrebbero pensare ad agevolare ed obbligare la gente alla raccolta differenziata.....
di sicuro uno che abita in piazza a Calalzo ed ha il bidone a 50 metri da casa non ne fa 500 o 1000 per portare le bottiglie di plastica nella plastica!
Ovunque si trova il semplice bidone verde, dovrebbero esseci anche gli altri......o no?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Niguli kneilu

avatar

Numero di messaggi : 516
Localizzazione : Candide, Comelico Superiore
Data d'iscrizione : 22.09.07

MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Gio Gen 17, 2008 12:13 am

Su questo Diabolik non sono d'accordo, no... Capisco che al giorno d'oggi la gente necessiti della comodità sotto casa, però ere due motivi secondo me si dovrebbero creare 2, al massimo 3 aree nelle quali posizionare cassonetti e campane per i rifiuti. E le ragioni sono: 1: più cassonetti hai in zone diverse, maggiore è il costo del personale e dei mezzi che effettuano la raccolta.
2: a parer mio veder tanti cassonetti dispersi per un paese o una città è brutto e non è neanche salutare, pensa all'odore che esce da certi... inoltre la gente non è educata, spesso capita che l'immondizia venga lasciata fuori dal cassonetto per pigrizia o paura di sporcarsi le mani...
Per questo motivo a Santo Stefano, per esempio, non ci sono cassonetti in giro per il paese e tutta la gente è obbligata ad andare a buttare i rifiuti in 2 aree create appositamente. Altrimenti multe salate....
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.gruppocandide.it
Diabolik83

avatar

Numero di messaggi : 597
Data d'iscrizione : 23.09.07

MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Gio Gen 17, 2008 10:20 am

Se metti i bidoni in tre aree, però, in quelle tre aree devono esserci i bidoni di tutti i tipi!Quello intendevo.....
Se tu mi metti davanti casa il bidone verde, non puoi pensare che metta lì le mie immondizie e faccia 500 metri per andare a portare la borsetta della plastica....si dovrebbe fare ma non lo fa nessuno!
Se invece il bidone verde è a 500 metri e le immondizie mi tocca portarle lì (perché non me le posso mangiare!) allora una volta che ci vado tanto vale che metto le cose nei bidoncini divisi....capito il mio discorso?!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Zio

avatar

Numero di messaggi : 452
Localizzazione : UD_immigrato dal cadore
Data d'iscrizione : 28.09.07

MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Gio Gen 17, 2008 10:26 am

A proposito dei costi di raccolta dei rifiuti: come mai Udine è relativamente pulita, ha il 41% di raccolta differenziata, e un residente in affitto in un appartamento di 80mq se la cava con 27 E. annui?
ho è una realtà a parte o da qualche parte non pagano proprio un cazzo, non lavorano proprio un cazzo e le immondizie da sole - e gratis- non si smaltiscono di sicuro....
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Admton
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1519
Localizzazione : Dolomiti barcellonesi
Data d'iscrizione : 22.09.07

MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   Lun Gen 21, 2008 11:08 am

Invece Cortina si muove in un altro senso cheers
pannelli solari...
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Inceneritore in provincia??   

Torna in alto Andare in basso
 
Inceneritore in provincia??
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Ciacole ntra de noi :: Agorà - Politica & Attualità, Local & Global :: Dolomiti Tribune *-
Vai verso: